Candidato sindaco di Parma del centrodestra: Gino Ferretti e Claudia Pezzoni in pole position

Inizia a muoversi qualcosa anche sul fronte del centrodestra (Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia) per la scelta del candidato sindaco di Parma.

In questo momento i più accreditati sono Gino Ferretti e Paola Pezzoni, due profili molto diversi tra loro. Lui uomo, lei donna; lui professore universitario di ingegneria meccanica, lei avvocatessa penalista; lui con un nome molto conosciuto in città per essere stato per 13 anni Rettore dell’Università di Parma, e quindi un personaggio pubblico e una delle gambe del cosiddetto “Sistema Parma” dal 2000 al 2013, lei meno avvezza ai riflettori, se non quando fu scelta come legale dalla famiglia nel caso Tommy e quando sposò nel 2015 il celebre cantante bolognese Paolo Mengoli, senza mai aver ricoperto un incarico pubblico; lui reggiano di nascita e di residenza, lei parmigiana.

Il curriculum di Ferretti è ricchissimo (leggi curriculum Ferretti) non solo di cariche universitarie ma di numerosi altri titoli onorifici: “nel 2010 è stato nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana membro a vita del Consiglio generale dell’Ente Ordine Costantiniano di San Giorgio; nel 2003 è stato insignito del titolo di Commendatore del “Sacro Angelico Imperiale Ordine Costantiniano di San Giorgio” della Real Casa di Borbone Parma e nel 2010 ulteriormente insignito del titolo di Senatore di Gran Croce dello stesso Ordine; nel settembre del 2008 è stato nominato da S.A.R. Carlo Ugo di Borbone Parma Commendatore del “Reale Ordine del Merito sotto il Titolo di San Ludovico” della Real Casa di Borbone Parma e nel 2012 Cavaliere Gran Croce dello stesso Ordine dinastico; nel febbraio del 2010 è stato accolto tra i soci della Fondazione Centesimus Annus – Pro Pontifice; nel luglio del 2010 è stato insignito del titolo di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”.

La Pezzoni si occupa prevalentemente di diritto penale, carcerario e dell’esecuzione, nonché di diritto di famiglia. Dal 2011 è Presidente per la zona di Parma della “LAF” (Libera Associazione Forense) che organizza manifestazioni e convegni.

Un anno fa Ferretti partecipò ad un anno al convegno del centrodestra a Parma (leggi TuttoSalviniNews)… quella presenza venne considerata da molti il suo debutto in politica. Vedremo se farà altri passi… e soprattutto se lo scoglio di essere “reggiano purosangue” sarà superabile… a maggior ragione in tempi di derby come quelli che stiamo vivendo. Il precedente della candidatura della reggiana Albertina Soliani del 2002 non è, sotto questo aspetto, incoraggiante.

Andrea Marsiletti

  1. PAOLA COLLA !

    Con questi candidati non si arriva al 9 per cento.

    POSSIBILE che il centro destra non chiami – in un momento di grave crisi politica che rischia di essere irreversibile – persone capaci, competenti e di sperimentata probità ?

    Ed allora perche’ non Paola Colla ?

    Candidato di sicuro richiamo capace di drenare voti sia dal centro che da sinistra in modo tale da dare linfa vitale ad uno schieramento asfittico e vocato alla definitiva disfatta in città !

  2. Roberto B. Con Il Prof. Ferretti ho lavoato diversi anni, senza mai andare d’accordo, ma lo rispetto. È un uomo di parola, nel bene e nel male. Uno coerente e intelligente. Non mi dispiacerebbe, anzi.

  3. QUANDO AVVOCATI E ALTRI PROFESSIONISTI SI CANDIDANO

    I professionisti in politica SEMINANO per portare a casa la PAGNOTTA, una volta finita la campagna elettorale riceveranno le giuste ricompense: pubblicità gratuita a vita !

    In barba al Bene Comune !

  4. Io credo che molti degli ex elettori del centrodestra, con cotanti candidati dovrebbero prendere in considerazione il giovane candidato di Casapound Emanuele Bachieri, classe 88, mai compromesso con i voltagabbana e i nobili della politica.

  5. SUICIDIO POLITICO DELLA LEGA
    La lega non può candidare il rettore che ha condiviso una marea di scelte compiute durante gli anni di Vignali e Ubaldi e non ricordo si sia mai fatto sentire contro di loro in 13 anni. E’ un suicidio politico.

  6. Non ci posso credere che la Lega che dovrebbe essere il partito che difende le tradizioni e i territori voglia mettere un reggiano a capo di parma. Ma ormai non mi stupisco più di nulla.

  7. Ferretti nominato “commendatore del “Reale Ordine del Merito sotto il Titolo di San Ludovico” della Real Casa di Borbone Parma”. Ma che roba è? Aiuttooooooooooo

  8. La lega vuole suicidarsi se candidata il rettore dell’Università dei tempi di Ubaldi e Vignali. Sono stati gli anni in cui il “Sistema Parma” ha distrutto la città.

Lascia un commento

Your email address will not be published.