Maurizio Olivieri aveva i titoli tecnici per superare il bando di ATES? Dal curriculum non sembra…

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato la notizia della nomina di un esponente della segreteria provinciale del Pd, grande amico del Capogruppo del Pd Nicola Dall’Olio, ex assessore Pd del Comune di Montechiarugolo, a direttore dell’Agenzia Parma Energia che ha nel Comune di Parma il suo capofila (leggi Un altro Pd nominato nelle società del Comune di Parma! Il Gruppo consiliare del Pd è in minoranza o in maggioranza?).

Ieri abbiamo illustrato la “particolarità” del bando di selezione del direttore che di fatto non prevedeva requisiti tecnici specifici sebbene la figura tecnica del direttore sia, per Statuto e per contratto, chiamata a gestire in primis i bilanci e la finanza dell’Agenzia (leggi Un professore di greco e latino scelto per la gestione finanziaria dell’Agenzia Parma Energia, con un bando un pò “particolare”…).

L’unico requisito richiesto è “un’esperienza almeno decennale in ambito pubblico nel settore tecnico amministrativo-manageriale”.

Ma il curriculum del candidato selezionato, Maurizio Olivieri, soddisfa questo pur generico requisito?

Nel curriculum fornito da Olivieri e disponibile sul sito dell’Agenzia abbiamo fatto fatica a ritrovare questa esperienza professionale (Leggi curriculum Maurizio Olivieri 2016).

L’unica esperienza professionale di Olivieri è quella di insegnante di ruolo di greco e latino presso il liceo classico Romagnosi di Parma, che è evidente che nulla c’entri con la predisposizione di bilanci o la gestione finanziaria, e in nessun modo può soddisfare il requisito della competenza nel settore tecnico amministrativo-manageriale.

Ovviamente, è fin superfluo dirlo, “per tecnico amministrativo” si intende gestione amministrativa contabile, non amministrazione politica. Il curriculum prodotto da Olivieri è pieno di incarichi politici in campo ambientale svolti nella sua funzione di assessore di Montechiarugolo, alcuni dei quali (le nomine in ATO-ATERSIR) addirittura inseriti nel campo delle esperienze lavorative. Financo la sua partecipazione all’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani, leggi) viene dichiarata come un’esperienza lavorativa! Sorprendono queste classificazioni considerato che tali titoli sono “politici” e non “tecnici”, ed è noto che la legge stabilisca una netta e profonda distinzione tra ruoli “tecnici” e ruoli “politici” per evitare improprie commistioni. Le uniche due collaborazioni e consulenze professionali segnalate (Comuni Virtuosi e Gattatico) ineriscono all’ambito ambientale, non a quello tecnico amministrativo-manageriale richiesto dal bando.

Nella sezione del curriculum denominata “esperienze amministrative” politiche Olivieri elenca un’ulteriore serie di progetti portati avanti nel suo ruolo di assessore di Montechiarugolo sulle tematiche ambientali (premi e attestati al Comune di Montechiarugolo, Premio Cigno d’Oro di Legambiente, segnalazione Comuni Ricicloni, Comuni Virtuosi, passaggio alla raccolta rifiuti porta a porta, ecc…), anche qui, non pertinenti con i requisiti tecnici amministrativi.

A titolo di esempio, si sottolinea la voce del curriculum “Progetto del nuovo depuratore intercomunale dei reflui civili per i comuni d Montechiarugolo, Traversetolo, Neviano e Lesignano”. E’ ovvio Olivieri non millanti che il depuratore l’ha progettato lui, un professore di latino e greco (altrimenti sarebbe un’attestazione falsa) e che intenda che come assessore ha promosso il progetto, ma ciò non può in nessun modo costituire un titolo tecnico e professionale neppure in campo ambientale, figuriamoci in quello contabile. Sarebbe come se l’assessore Rossi dicesse di avere i titoli di infermiera perchè è stata assessore ai servizi sociali, o un assessore alla sanità dichiarasse di aver maturato l’abilitazione a medico ospedaliero, o l’assessore alla cultura Ferraris vantasse il titolo di soprano perchè il Teatro Regio ha organizzato il Festival Verdi…

Nei prossimi giorni chiederemo all’Agenzia di documentare per iscritto e in modo dettagliato dove ha ritrovato l’esperienza professionale almeno decennale nel settore tecnico amministrativo-manageriale nel curriculum di Olivieri, che a noi è sfuggita.

Più si scava, più si scopre… domani altra puntata su questo bando che non finisce mai di riservare sorprese!

AM