Lavagetto (Pd): “Il turismo a Parma è diventato mulini a vento francesi, mucche, rosticcerie, automobili, fitness, e adesso Fedez, dopo l’ultimo modello di BMW. Cambiamo canale?”

Il capogruppo del Pd Lorenzo Lavagetto commenta su Facebook il capodanno di Fedez: “Non volevo intervenire, ma poi ho letto ed è tutto talmente magnifico che:)

Secondo la versione del Comune le persone entrate al concerto di capodanno erano più di 8000 (leggi). Il Comune quindi smentisce la versione del contapersone, immaginifico attrezzo pagato dal Comune per farsi dire appunto quanti erano e che dice che erano 5200. Giammai. Sarebbe un flop. E quindi ” le altre persone le abbiamo fatte entrare noi manualmente, a mezzanotte per favorire l’affluenza”.

Ah beh. Prima considerazione : il contapersone e’ costatato 8000 euro evidentemente mal spesi perché poi: “abbiamo deciso” che non serviva. Come sono mal spesi in generale i tanti euro di “governo della sicurezza”: la capienza fissata dal comune era di 7800 persone e il comune, che si è data la regola, dichiara senza problemi di avere trovato anche l’inganno: hanno sforato. Ah ok. Quindi si può? Qualcuno risponderà? Come?

Preclaro esempio questo; attendo che dicano che il problema della sicurezza di Parma dipende dal mancato rispetto delle regole.

Piuttosto che una modesta autocritica, meglio darsi dei trasgressori. Ma dico, potevate scrivere 7800? No, eh: 8000. Eh beh. Mesi di discussione su sicurezza e spese. A proposito di cinepanettone “cosa è il genio”?

Onde evitare la polemica dunque diciamola con Verdi: veh la tragedia muto’ in commedia e vuoto o pieno, bambini o non giovani, signori del si signori o del no, chiudo con postilla: gli alberghi erano pieni lo so. Ma vista la sopra raccontata burletta, ho la ragionevole presunzione che la gran parte dei turisti non siano stati qui per Fedez. Con una organizzazione si mirabile del resto, a vedere il cine panettone anche no. Ma poi per esempio se andassi a Mantova ci andrei per vedere i monumenti mangiare bene ecc. per quale arcano mistero dovrei scegliere Parma perché c’è un concerto di Fedez? Povera città.

Non dico che ho ragione, eh, c’è a chi piace e va benissimo. Ma una cosa è sicura: la retorica sull’indotto conosce oggi una pagina chiarificatrice che onora la città. A Parma vengono da tutto il mondo perché c’è Correggio, Parmigianino, Leonardo e quando non è occupato dal Verdi Festival per duecento giorni di prove, il Farnese ecc. o comunque mi piace pensare così. E quindi al mondo pensano ancora come me e altri che Parma sia una bella città è che questo sia sufficiente per attrarre turisti anche senza una caterva di eventi spuri.

L’avranno letto da qualche parte o sarà colpa della alta cultura da signori del no, che giustamente perdiamo sempre le elezioni perché aristocratici. (Mo indova?) Sarà. Però Il turismo è cresciuto in doppia cifra in varie città emiliane diceva giusto pochi giorni fa il sindaco vecchi di Reggio. Ma mentre a Piacenza facevano la mostra di Guercino, per oltre 40.000 visitatori, noi abbiamo visto mulini a vento francesi, mucche, rosticcerie, automobili, il fitness, e adesso Fedez, dopo l’ultimo modello di BMW.

Mi fermo qui. Cambiamo canale? Si può eh.”

  1. A giudicare dal discorso mediocre e lacunoso fatto dal sindaco per il Premio S. Ilario, parrebbe che ancora non abbiamo finito di toccare il fondo. Aspettiamoci di peggio, anche se fare peggio di così, risulta davvero difficile crederlo.
    Per i turismo, secondo il sindaco, bisogna perseverare a battere la strada che si è battuta fino ad adesso, continuamdo a perseguire i risultati lusinghieri che si sono raggiunti..Ma tutti ci chiediamo quali sono questi risultati e l’analisi di Lavaggetto che descrive il disatro, non fa una piega. Ma tanto ancora di più si potrebbe dire rispetto alla sua analisi. Le proposte comunque al contrario di quello che dice qualcuno, anche su questo spazio, sono tante e sono state fatte nelle aule istituzionali da parte dell’opposizione e tutte sono state non ascoltate.
    Se dobbiamo giudicare dal turismo “mordi e fuggi” che assistiamo in questi giorni, ed a cui allude molto probabilmente il sindaco, c’è veramente di che rammaricarsi.
    Il solo dato di cui si preoccupa il sindaco è quello di contare le presenze, se poi avviene che il turista che arriva in città, si preoccupa unicamente di visitare velocemente ed alla spicciolata la città e di lasciarla nell’arco di un’ora, questo non deve interessare. Basterebbe soltanto organizzare dei percorsi storici, non solo per la visita dei tesori dell’arte che conserva la città, ma anche per le strade ed i borghi antichi, spiegando per esempio gli eventi storici o anche curiosità ed aneddoti degli anni passati. Già solo questo contribuirebbe a tenere il turista impegnato nella nostra città per 3-4 giorni, così da poterne giovare anche l’economia ed il commercio della città.
    Inoltre negli anni passati venivano svolti almeno 3-4 festival all’anno, che portavano tanti turisti da fuori, come mai quei Festival non si fanno più?
    Per non parlare del Festival Verdi, ogni anno sempre più in declino, per il quale bisogna ringraziare i parlamentari di Parma se si è riuscito a portare qualche finanziamento per tenerlo quanto meno in piedi. Su questo fronte molto di più si potrebbe fare, anche senza spendere le cifre astronomiche di cui si parla.
    Ma per il sindaco sta andando tutto bene e bisogna continuare così..E continuiamo così allora, tanto quello che conta è che le presenze in città sono leggermente aumentate, con buona pace della cittadinanza.

  2. Ma una dico una proposta il pd riesce a farla, sembra di no. Avete perso con un candidato che vi ha usato per ambizione personale e vi siete fatti usare.

  3. MINCHIAAAAAAA…. più che un articolo è un autentico travaso di bile e rabbia. Dettato da invidia e fallimento, e di Partito e personale. Lavagetto hai perso l’occasione buona di tacere.

  4. Lavagetto, visto che, ogni volta che Lei, Dall’Olio, ecc … aprite bocca, il pd locale perde qualche elettore senza guadagnarne nessuno (come si evince anche dai commenti a questo articolo: quelli positivi sono di gente del pd compiaciuta, e quelli negativi sono di tutti inclusa gente del pd che minaccia di non votarvi più), volevo chiederle se pensate di cambiare strategia oppure se continuerete nel modo che vi contraddistingue dal 1998 ovvero a rendervi antipatici e poco credibili a tutti (inclusi i vostri elettori a livello nazionale) e continuando di conseguenza a perdere tutte le consultazioni elettorali. Grazie se vorrà avere la compiacenza di farci sapere.

  5. Egregio Lavagetto, mi pare sia più uno sbotto il suo che un intervento “costruttivo”. Sinceramente, da uomo che ha vissuto stagioni migliori della sinistra, continuo a non vedere quel cambio di passo che potrebbe invertire il fenomeno di una sinistra prossima al nulla. Ovviamente è un mio parere personale ma credo sia condivisibile dai più.
    Non ritengo sia arida la proposta culturale che offre il territorio, semmai andrebbe maggiormente valorizzata risolvendo le annose e mai risolte, questioni legate alla perenne mancanza di personale preposto all’apertura di musei, castelli ecc ecc.
    Per non parlare dell’immenso patrimonio riposto nei magazzini della Pilotta cui non si riesce a dare una collocazione museale ed espositiva da decenni ed alla quale nessun Governo, ministro, parlamentare locale ha mai dato segno di voler approfondire.
    Mi permetta una provocazione che nasce dalle sterili polemiche che hanno preceduto e seguito il capodanno in Piazza: il grido riguardante i costi inerenti la sicurezza imposta dal pericolo terrorismo vale solo una tantum o sarebbe il caso di riflettere a tutto campo? I costi legati al campionato di calcio sono ben spesi perché andare allo stadio è bello? Il concerto del 25 aprile ha titolo per essere celebrato perchè “migliore” mentre gli altri sono da snobbare?
    Un piccolo appunto riguardante la sicurezza: provi a parlare con gli operatori delle forze dell’ordine e magari si fa un idea di cosa realmente non funziona e di cosa ci sarebbe bisogno in primis. Le do un indizio: verifichi gli organici effettivi rispetto a quanto previsto.
    Ritornando sul tema cultura la invito a visitare la mostra dedicata ad Ettore Sottsass in svolgimento presso lo CSAC. Posso asserire che la rilevanza internazionale c’è tutta.

  6. A Parma si deve accrescere il livello culturale degli eventi: è un dato di fatto, senza con cio’ attizzare polemiche di parte o fine a se stesse.

  7. È colpa sua, Lavagetto, se Pizzarotti è sindaco. Tra vincere le amministrative e preparare una pastasciutta a 4 mani con Scarpa e Dall’Olio in diretta streaming avete scelto la pastasciutta. Adesso di cosa si lamenta?

  8. Invece di essere contenti perchè i nostri figli hanno passato un bel capodanno vicino a casa senza prendere la macchina per andare chissà dove, ecco le solite polemiche da quattro soldi. Grazie Pizzarotti per quello che stai facendo per la nostra città.

  9. Parole sante, era ora che qualcuno iniziasse a dire la verità. Pizzarotti sta degradando il turismo in città con iniziative non all’altezza di Parma. Ricordiamo tutti quello che ha fatto in piazzale della Pace ricoperta di water, rubinetti, ecc.

Lascia un commento

Your email address will not be published.