A Fidenza Forza Italia è amica delle formazioni neofasciste, i parlamentari di Parma: “Non si può far finta di nulla”

Parigi val bene una messa. In altri termini, il fine giustifica i mezzi secondo il noto principio del Principe di Macchiavelli.

A questo fa pensare il nuovo “amore” di Fratelli d’Italia e Lega per le formazioni neofasciste finora rimasto sotto traccia e ora esploso anche nella nostra provincia.

Da ultimo si deve registrare lo show in Consiglio comunale a Fidenza di un consigliere di FI chiamato a presiedere temporaneamente la seduta, e l’intervista del capogruppo di Forza Italia nello stesso consesso. Nella migliore delle ipotesi, infatti, tutto questo nasce dalle esigenze elettorali e dalla volontà di raschiare il fondo del barile in vista del voto.

Rimane, però, il dubbio ci sia di più: una affinità oggi confessata e prima testimoniata dalla costante assenza alle celebrazioni del 25 aprile. Ciò che conta, in ogni caso, è che tutto questo va fermamente condannato perché viola il divieto di ricostituzione del Partito Fascista. E’ anzi tutto questo il segno di un clima che ricorda il periodo di avvento del fascismo, per la verità non solo per colpa di queste condotte ma anche per il complessivo quadro politico, che come allora mostra divisioni pretestuose, lotte intestine e incapacità di sintesi in nome della democrazia.

Nondimeno i rigurgiti di neofascismo e le aperture e i tentativi di legittimazione di questi ultimi non consentono di fare finta di niente.

Sen. Giorgio Pagliari
On. Patrizia Maestri
On. Giuseppe Romanini

  1. PREMESSA LA MIA FEDE NAZIONALSOCIALISTA (nazionalsocialisti anche troppo comunisti x i miei gusti….) ma applicarsi alle parole di GAMBARINI “Bonsci Bonsci bobobom” non ne vale neanche la pena. Questa uscita della “Bonsci Bonsci Bobom” non merita nessun commento è solo dettata dalla voglia di uscire da un anonimato della stessa ‘Bonsci Bonsci bobobom”. Piccolo personaggio della piccolezza politica locale a cui neanche “vincere facile” riesce.

    • La penso in modo opposto al Ghibellino.
      Ma queste sue parole sono da INCORNICIARE.
      Gli va dato atto di realismo nel giudicare i NULLISTI politicanti di Fidenza, convinti di essere statisti !

  2. Caro Buzzi guardi che l’età media nel PD si è abbassata di molto molto, Renzi e il gruppo dirigente anche a Parma sono tutti under 40, 50…è bello sentirsi dire dei “vecchi dinosauri” da uno che ha come leader un vecchietto arzillo di 83 anni e lo staff che lo circonda che sembra il circolo degli anziani di via del Garda con tutto il rispetto per loro.

  3. Ormai è la solita vecchia storia: il PD , spacciandosi per essere un partito di sinistra e senza allarmarsi per le continue scissioni che ha al suo interno, applica la vecchia tattica di sviare dai problemi reali paventando nemici forieri di male assoluto, cercando così di rappezzare gli sfilacciati drappelli di stanchi attivisti che si svegliano dal torpore alla parola magica di “antifascismo”. Anche questo è segno del decadimento dei tempi: i vecchi dinosauri cercano di sopravvivere richiamandosi a valori, dei quali ovviamente solo loro sono depositari, come unico, disperato collante di una società ormai stanza di demagogie e ideologie.

    • PAOLO BUZZI PERSONA SERIA e bravo ex amministratore: su queste sue qualità non ci piove.
      Tuttavia difendere i due personaggi indifendibili e ultramodesti di Fidenza pare cosa veramente riprovevole oltre che inspiegabile.

  4. FI è alla frutta, come la Lega del resto, che pur di attirare voti sono pronti a sposare qualunque causa, anche quella fascistoide, area del resto a cui non sono mai stati molto distanti.

  5. Non bisogna cadere nello stereotipo che “il fascismo” è roba vecchia di 70 anni…non è così purtroppo e questi personaggi della piccola politica locale sono abili a mascherare e truccare le carte..tutti i giorni vediamo infatti ovunque il riapparire di questi gruppi e organizzazioni fasciste, addirittura nazisti, che con il solito modo prepotente e arrogante minacciano la libera stampa, i giornalisti, le associazioni e chi non la pensa come loro. Fanno bene i parlamentari del PD ad intervenire e dovrebbero farlo tutti perchè abusano della democrazia per cancellarla e la Gambarini poteva evitarci questo triste spettacolo.

  6. Gambarini: “Io guardo al futuro, non al passato”

    Ringrazio il senatore Pagliari e gli onorevoli Maestri e Romanini per l’attenzione che mi hanno dedicato. Colgo l’occasione per far sapere loro, evidentemente male informati, che ho sempre partecipato alle celebrazioni del 25 aprile insieme a mio nonno partigiano. Detto questo, io preferisco guardare al futuro e mi preoccupa la mediocrità di una certa classe politica che continua a guardare al passato. A me questo fa paura. Mi fa paura una classe politica capace soltanto di guardare indietro, invece di pensare a dare un tetto ai terremotati e agli alluvionati. Ero convinta che i parlamentari dovessero occuparsi di cose più importanti rispetto ad un semplice consigliere comunale. Mi sbagliavo. D’altronde ero anche convinta che la Regione dovesse occuparsi degli alluvionati, invece il giorno dell’alluvione la giunta era riunita a parlare di fascismo. Questo significa che nel Pd la paura di perdere le prossime elezioni è così forte che, in mancanza di argomenti, serve agitare lo spauracchio del neofascismo, senza nemmeno rendersi conto che continuare a parlarne come fanno loro è il modo migliore per aiutarne la diffusione. Ma stiano tranquilli: anche se dovessero vincere i fascisti (come piace dire a loro, visto che ne sono ossessionati), io ho anche amici comunisti! Proprio perchè i tre parlamentari del Pd sono stati però male informati dal loro amico (si può ancora usare questa parola?) Massari e dal suo capostaff, vorrei fare un po’ di chiarezza. La mozione proposta da Casa Pound a tutti i Consigli comunali e che abbiamo presentato in consiglio comunale è stata approvata all’unanimità con il voto favorevole del Pd. Anzi addirittura il Pd l’ha votata due volte, una volta in nostra assenza in fretta e furia, fingendo di non sapere da chi arrivasse la proposta.

    Francesca Gambarini
    Capogruppo Forza Italia Fidenza

  7. Poveri bb e lele, sono rimasti indietro come la coda del gognino, natale magro per loro, e bello grasso per pagliari la romanini e soci.

    • Questo Francesco è persona di alte letture: lo si vede lontano un metro che è persona di coltura ( rurale).

  8. La Gambarini ha detto di essere amica di partiti come Casapound e Forza Nuova che si presentano regolarmente alle elezioni e nessuna legge glielo impedisce. Una polemica sul nulla della solita sinistra rimasta ai massacri della resistenza.

    • Se non ci fosse stato il fascismo si sarebbero evitati cio’ che lei definisce i massacri della Resistenza.Resistenza che le da la possibilita’ di esprimere anche concetti contrari ad essa.

      • se non ci fosse stato il comunismo non ci sarebbero stati milioni di morti in Russia innocenti

  9. Ho letto con attenzione la dichiarazione attribuita ai parlamentari PD ,ma trovo solo vaghi riferimenti senza prove e senza nomi.E’ una prova di antifascismo di comodo?

  10. Forza Italia ormai non ha più alcuna identità, solo voglia di potere. A tutti i costi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.