Laura Rossi: “Vi spiego in cosa consiste il ‘modello Parma’ relativo al modello di accoglienza dei migranti”

Prima di spiegare in cosa consiste il “Modello Parma” è necessario spiegare che esistono due sistemi di accoglienza paralleli: il Sistema SPRAR e il Sistema CAS.

Lo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) è gestito dal Comune di Parma in co-progettazione con Ciac Onlus ed è stato riconosciuto, nel 2014, il miglior progetto italiano.

I posti finanziati sono attualmente 88 e sono distribuiti in tanti appartamenti su tutto il territorio della città.
Il progetto prevede, oltre all’accoglienza diffusa in piccoli appartamenti, corsi di alfabetizzazione, assistenza sanitaria, assistenza legale, assistenza psicologica se necessaria, orientamento al lavoro, formazione e supporto all’inserimento lavorativo.

Il Sistema CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria) che ha preso avvio nel 2014 con l’operazione Mare Nostrum, è gestito direttamente dalla Prefettura e prevede convenzioni con Enti gestori per accogliere le quote di migranti inviate dalla Prefettura Regionale.
A Parma il sistema è stato costruito in analogia con lo Sprar e prevede un’accoglienza diffusa nel territorio in piccoli appartamenti. Fa eccezione l’hub di Baganzola che può ospitare circa una cinquantina di persone e serve come primo punto di accoglienza per organizzare poi i gruppi omogenei per la collocazione nel territorio.

Il “Modello Parma” fa riferimento all’idea di accoglienza diffusa in piccoli gruppi ma soprattutto al sistema di sinergie e collaborazioni che si è creato fra Prefettura, Comune, Ciac ed Enti gestori che ha consentito di governare il fenomeno, creare protocolli e progetti innovativi (per le vittime di torture, per le vittime di tratta e l’emersione dei fenomeni legati alla prostituzione, il progetto rifugiati in famiglia, il protocollo per azioni di volontariato, ecc.).

In questo complesso sistema il Comune e le sue politiche di accoglienza hanno giocato un ruolo fondamentale che possiamo articolare nei seguenti 3 punti:

  1. Un ruolo a fianco della Prefettura fin dall’inizio dell’accoglienza promuovendo il modello dei piccoli gruppi distribuiti in appartamenti nel territorio, promuovendo gli elementi di qualità dello SPRAR (corsi di lingua, assistenza sanitaria e legale, formazione, facilitando gli abbonamenti per la mobilità sugli autobus, ecc), partecipando attivamente ai tavoli di coordinamento, mettendo a disposizione la struttura comunale per l’hub di Baganzola, partecipando ai vari bandi FEI per progetti sperimentali di miglioramento di alcune azioni;
  2. Un ruolo a fianco degli Enti gestori promuovendo i corsi di italiano e l’apprendimento della lingua, promuovendo la cultura e la qualità del sistema SPRAR e soprattutto promuovendo le azioni di integrazione e volontariato con la formalizzazione dello specifico protocollo. Il Protocollo per le attività di volontariato prevede che il Comune organizzi le varie attività (pulizie e piccole manutenzioni di parchi e aree cittadine, sfalci e pulizia bordi strade, azioni di miglioramento del decoro urbano, ecc), curi le azioni di formazione relative alla sicurezza, sostenga i costi dei materiali e delle coperture assicurative, i gestori invece devono accompagnare i gruppi di migranti ai vari appuntamenti calendarizzati;
  3. Un ruolo nella costruzione della rete dei servizi in cui si incardina l’accoglienza: il Servizio Informastranieri in primis con 22.000 accessi l’anno per assistenza giuridico e legale e agenda elettronica/ prenotazione appuntamenti con la Questura, con i progetti di Rimpatrio Volontario assistito, i test di italiano, il servizio di mediazione culturale (28 mediatori culturali per 20 aree linguistiche e circa 2300 ore annue di interventi); il sistema di dormitori e accoglienza a bassa soglia (posti letto in strutture di seconda accoglienza, pasti e docce), il progetto Minori Stranieri Non Accompagnati a cui si aggiunge il Consultorio Spazio Salute Immigrati dell’AUSL.

E’ in corso, inoltre, la progettazione di un sistema di accoglienza dopo l’uscita dai percorsi CAS e Sprar per chi ha concluso un buon percorso di integrazione sociale.

Il modello Parma dovrà affrontare alcune criticità fondamentali ed evolvere verso un sistema unico di accoglienza che coincide con lo SPRAR in una logica di superamento dei CAS, dovrà governare ed affrontare il problema dei molti che dopo lunghe attese si vedono negati il riconoscimento di Rifugiati e di permessi umanitari e si ritrovano in uno status di clandestinità dopo mesi/anni di accoglienza e di percorsi di integrazione. Per essere pragmatici ed evitare ipocrisie bisogna dire con chiarezza che i molti “diniegati” che dovrebbero essere rimpatriati non lo saranno tanto facilmente poiché al momento esistono protocolli per il rimpatrio solo con tre Paesi Africani: Marocco, Tunisia e Nigeria (dove peraltro esistono molti focolai di guerra motivo per cui spesso, hanno il riconoscimento della protezione internazionale).

La conseguenza è che molte persone resteranno sul territorio italiano come irregolari ed essendo persone fragili, potrebbero diventare facile preda della criminalità se non si provvede con un permesso di soggiorno dando loro la possibilità di cercare un lavoro regolare (Campagna Ero Straniero).

I fenomeni di cui stiamo parlando non sono un’emergenza temporanea ma hanno carattere strutturale.
Le migrazioni rappresentano la storia dell’umanità ma ora, causa esplosione demografica, povertà, guerre e desertificazione da una parte e denatalità ed alti standard di vita dall’altra, fa si che il fenomeno sia diventato più articolato e per questo deve essere governato con coraggio, rigore ed umanità.

Non è questo il luogo per entrare nel tema delle politiche nazionali e transnazionali ma a livello locale il fenomeno non può essere negato o eluso, deve essere “governato” con intelligenza.
Non si governano questi complessi fenomeni con la demagogia, gli slogan che alimentano una narrazione basata sull’insicurezza, la paura, l’intolleranza ma bensì con scelte coraggiose nel fare sistema e sviluppare politiche di integrazione sociale e di appartenenza.

Nel qui ed ora, le politiche razziste, respingenti ed escludenti fanno breccia e attirano consensi incontrando le paure diffuse della gente ma nel lungo tempo le scelte politiche di integrazione porteranno garanzie in termini di coesione sociale, sicurezza e benessere per la Comunità tutta.

Laura Rossi
Assessore al Welfare del Comune di Parma

  1. Via Corsi davanti a una scuola e a un ospedale solo prostitute e spaccio. Un modello? Se denunci ai vigili ti rispondono di arrangiarsi!

    • Beh se c’è spaccio e prostitute significa che ci sono altrettanti italiani tossici e puttanieri.

      • NO SIGNORA LE DICO CHE IO HO VISTO , NON HO SENTITO DIRE , HO VISTO DEI RAGAZZETTI IN V DEI MILLE DI 14 ANNI A DISCUTERE CON I MIGRANTI CON DROGA ALLE 19,00 ; SI E’ VERO” POVERINI” MA SE SARA’ MIO FIGLIO NON DICO COSA FARO ! UNA VOLTA LI BUTTAVANO DENTRO E GETTAVANO LA CHIAVE !

    • Si e casomai i bambini fuori che li guardano e gli tirano le noccioline.Ma va a ciapar i rat.

      • Ottima idea Compagno…. chiudere tutti i migranti nel ponte nord con dei rami secchi e copertoni legati al soffitto con delle catene. Portare i ragazzi a tirargli delle noccioline. Bravo compagno vedo che inizia a ragionare.

        • La speransa di mel vesti’.Ho vinto 10 € grazie al ghibellino e il suo post.Personaggio scontato come i saldi di Natale.

          • Compagno adesso ti vuoi tirare fuori con la scemenza dei 10 €. La scemenza l’hai scritta tu. Tu hai dato l’idea. BAGOLOOO’

  2. FdI: “ECCO PERCHE’ CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DELLA ROSSI”

    Il coordinamento territoriale di Fratelli d’Italia-AN della provincia di Parma ha argomentato con il documento qui allegato la sua contrarietà al piano gestione accoglienza del Comune di Parma presentato nei giorni scorsi in pubblico (leggi) presentato dall’assessore al welfare e politiche sociali Laura Rossi.

    Nei confronti di quest’ultima, anche per le dichiarazioni da essa rese per illustrare il piano, Fratelli d’Italia-AN chiede le sue dimissioni e rivolge un invito alla Giunta Pizzarotti a rivedere radicalmente la sue posizioni di accondiscendenza alle dissennate politiche di accoglienza indiscriminata di clandestini e falsi profughi attuata dal governo e di leggere realisticamente e senza lenti ideologiche la effettiva situazione di degrado e di malessere venutasi a creare e molto avvertita dai cittadini.

    Si svolgerà sul tema giovedì 10 agosto a partire dalle ore 18.00 in piazza Garibaldi un altro “presidio per gli Italiani ” promosso da Fratelli d’Italia che segue quelli già effettuati innanzi la Prefettura e in Strada D’Azeglio.

    Massimo De Matteis
    Coordinatore Provinciale Fdi-AN PR

  3. Ma non avete mai pensato di chiedere ai cittadini cosa ne pensano ? Possibile che non si sappia cosa significa la parola democrazia ? Smettete d apparire buonisti solo xche occupate una poltrona !!

    • I cittadini votano i loro rappresentanti,per lei chi ragiona come la Rossi è un buonista per me chi ragiona come salvini è un buono si ma a nulla incapace di portare soluzioni ma solo di illudere la gente che fenomeni di portata mondiale si risolvono con la bacchetta magica e con dei fantomatici muri e filo spinato.

      • “fenomeni di portata mondiale” che però attaccano solo da noi…….. svegliaaaaaa

          • il compagno e la visione della realtà due galassie distinte

  4. Ma di che cosa parla questa demente che abbiamo ancora gente che viaggia in audi e mercedes ed occupa appartamenti popolari…che abbiamo parmigiani che non riescono ad accedervi e fanno la fame…che avete ancora i tetti in eternit nelle case popolari. ..rossi esci dal tuo ufficio e vai a farti un giro in città …si lo so. ..sono limitato e populista. .ma ti pago fior di euro tutti i mesi. ..e poi devo anche far la spesa per qualcuno che a malapena conosco e non arriva a fine mese. .affronta un problema per volta e risolvilo

    • Chi sono quelli che viaggiano in Mercedes ed occupano appartamenti popolari??Indichi almeno la Via dove sono questi appartamenti occupati da persone con Audi e Mercedes.

  5. L’integrazione di chi già c’è è necessaria, anche nel nostro interesse, ma nessuna pietà nel bloccare in qualsiasi modo i nuovi ingressi.
    E se un minimo di immigrazione serve, prendiamola dall’est Europa, almeno sono bianchi.

    • E chi è lei il padrone del pianeta che decide chi e come deve spostarsi???

      • cara ass se non siete in grado di garantire niente , diritti e legalita’ , non potete far venire tutti ; penso che se negli anni ho pagato centinaia di migliaia di euro di tasse , adesso pretendo quanto meno diritti e legalita’ almeno spiccia : non voglio che ladri e spacciatori possano decidere tutto e nemmeno che possano guadagnare soldi sulla pelle degli italiani onesti e degli stranieri che si sono fatti il mazzo per rimanere nella legalita’ ; sbaglio ? non fate beneficenza con i soldi degli altri ! VERGOGNA

  6. caro compagno è inutile che dai belle risposte a tutti, voi siete come i negrieri d’america che andavano in africa e portavano schiavi per non pagare la manodopera, voi siete uguali

    • Pensi che poco tempo fa discutevo su un social con un personaggio completamente contrario all’immigrazione,addirittura desiderava un ritorno al nazismo per fare un po’ di pulizia.Ebbene costui nel suo delirio appoggiava in toto il cd.caporalato o meglio schiavismo,appoggiava in toto coloro come si è visto in mafia capitale che prendevano soldi dallo Stato per l’accoglienza ma lasciavano gli immigrati totalmente abbandonati senza alcun servizio.Questo perchè per lui era l’unico modo per contrastare l’immigrazione.Beh come vede gli schiavisti non sono dalla mia parte,piuttosto approfittano cosi’ come se ne approfittano in Africa di una certa situazione creata non dal comunismo ma dal sistema liberacapitalista che si puo’ sovvertire solo con l’unione fra i proletari e non certo con le divisioni su base etnica.

      • Beh l esempio mi sembra un po’ banale. Se uno ti ha parlato di ritorno del nazismo hai semplicemente parlato con un demente. Magari parlando Dell Africa sarebbe meglio informarsi e verificare quello che stanno facendo là Cina, Russia, Iran e anche altri. Sarebbe anche ora di smettere di dare sempre e comunque la colpa a noi occidentali, intesi solo come europei, per quello che succede. Il problema è molto semplice e non ci vuole un genio per capirlo: NOI NON C’È LO POSSIAMO PERMETTERE DI ACCOGLIERE, NON 100.000, MA NEANCHE 25 DI IMMIGRATI

        • Ma guardi che nessuno ha piacere che arrivino cosi’ tanti immigrati,in primis gli immigrati stessi che se potessero se ne starebbero a casa loro.Il fatto è che quando vi è un emergenza i progetti a lungo termine ad una persona che sta male servono a ben poco.Premettendo che questo sistema di accoglienza è fallimentare non tanto per quelli che arrivano ma per quelli che tutti i giorni muoiono in mare,sarebbe ottima cosa creare centri di riconoscimento in Africa e di conseguenza canali umanitari per i soli aventi diritto.Perchè sa esisiste un diritto internazionale che si chiama diritto d’asilo e se mi permette non va assolutamente abolito sotto la spinta poi di populismi reazionari europei che propongono rimedi che sono peggio del male.Se poi lei si sente piu’ sicuro mandando carovanate di soldi in Africa a fondo perduto non sapendo chi se li intasca beh…no grazie.

          • “sarebbe ottima cosa creare centri di riconoscimento in Africa e di conseguenza canali umanitari per i soli aventi diritto”
            ma questo è un discorso di puro stampo leghista, allora non siamo così distanti………..

  7. CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ROSSI

    Abbiamo appreso dall’assessore Rossi (LEGGI) la solita melensa sequela di moraleggianti e distopiche vedute sul dramma dell’immigrazione clandestina che lei e i suoi colleghi, assieme ai loro compagni ideologici al governo del paese, hanno favorito che si diffondesse per l’Italia e che pensano di poter governare con il loro livello zero di credibilità e di onestà intellettuale. Il modello Parma da questa giunta enfatizzato è una minuscola ed illusoria distrazione dal problema reale. Dal coordinamento territoriale di Fratelli d’Italia-AN di Parma sarà, nelle prossime ore, diffuso un documento che demolirà la propaganda di questi signori. Dati e numeri saranno impietosi e si capirà da chi viene veramente il razzismo e nei confronti di chi.
    Sin da ora, a gran voce e con un presidio che si terra’ nei prossimi giorni in piazza Garibaldi, Fratelli d’Italia -AN chiede le dimissioni dell’assessore al “welfare per chi non merita” Laura Rossi.

    Massimo De Matteis
    Coordinatore provinciale FdI-AN PR

    • Si pero’ è bene ricordare sempre gli “ottimi” risultati della legge bossi fini.

      • in un mondo normale avrebbe avuto effetto un po come ora il blocco delle ong ; chissa chi acquista la terra a chi scappa per pochi euro …. chie ragiona come lei o e’ in mala fede o non capisce !

    • Ma voi siete lo stesso partito che al ballottaggio ha dichiarato il proprio sostegno al candidato Pizzarotti? Non conoscevate già la sua politica sull’immigrazione, e sul contrasto alla criminalità vera emergenza in città? A volte basterebbe un po di coerenza per guadagnarsi un minimo di credibilità che voi avete perso, a mio avviso, con quella dichiarazione di voto pre-ballottaggio.

  8. C’È POCO DA SPIEGARE…. fuori dalle balle! Ammazzano la manodopera italiana e arricchiscono le cooperative. Inoltre cara Rossi i 35 euro giornalieri che paghiamo per ogni migrante pari ad un totale di 4,6 miliardi di euro che lo Stato (NOI) paghiamo per tenerli è un bagno di sangue che non possiamo più permetterci. Intanto crollano ponti e autostrade. Fabbriche che chiudono e l’IVA che dal 2018 passerà dal 22 al 25%. E lei cosa ci fa? Ci spiega come si accolgono! Ma vaffanculo te e i tuoi migranti. Ecco le ho spiegato come si accolgono.

    • Mettere in relazione i dati sulla disoccupazione con i migranti significa o essere in malafede o non avere una benchè minima conoscenza economica,nel suo caso ci stanno bene tutte e 2.Se poi le mi riesce a trovare un solo Paese senza disoccupati ecco allora solo allora potra’ farmi cambiare idea.Tanto per chiarire meglio in tutto il mondo vi sono persone che migrano in altri Paesi benchè vi siano disoccupati e nonostante cio’ non succede nulla di trascendentale.Cio’ detto coi 35 € dai lavoro agli italiani,se crollano i ponti non è dovuto ai migranti ma ai politici che lei ha votato che si sono intascati tangenti facendo crescere tasse e spese pubbliche.

      • Lei compagno dalla sicurezza della pensione (che le sto pagando io e i giovani lavoratori che non avranno in futuro questa sicurezza grazie ai suoi amici del PD e della Fornero) pontifica sull’accoglienza a tutti costi. Io comunque continuo a non vedere una sua personale accoglienza a due (ma anche una) risorsa della BOLDRINI a casa sua. Al compagno piace fare il frocio a patto che il culo sia degli altri.

        • Legge fornero votata anche da forza italia e da fratelli d’italia.Fai fai il tifoso poi vedi un po’ te chi sono quelli che te lo mettono in quel posto.

          • si mahhhhhh…. la risorsa Boldrini a casa sua?

  9. Questo discorso non fa che confermare quello che sostengo da tempo. … E’ tutto già programmato. … Assessore, mi sembra di sentire la Boldrini.. 😂😂😂 … ipocriti ! 🤑

    • Programmato per cosa Marco???Ma invece di perdere tempo con fregnacce complottiste meglio utilizzare queste energie per cercare di normalizzare un fenomeno che è legato non tanto a disegni massonici anti etnici ma ad un sistema fallimentare come il liberalcapitalismo.Unire non dividere,usare il raziocinio e umanita’.Cosa pensi di risolvere con muri e filo spinato??E’ come mettere la polvere sotto il tappeto.Certo non va bene che queste persone partono rischiando la vita e troppe volte perdendola ed è su questo che si deve ragionare per evitare tutto cio’.

      • Tutti i comunisti tossici e i loro figli tossici… Vanno a rifornirsi. Se si eliminano gli spacciatori migranti eliminano anche i comunisti ed i loro figli… Due piccioni con una fava. Fora dai ball

        • Il tipo che ha trascinato e ucciso lo spacciatore dopo aver preso la sua dose qualche mese fa aveva il profilo facebook pieno di post fascisti.Pero’ come deve essere bello vivere nel suo mondo immaginario.

          • Profilo pieno di post fascisti? Ma lei oltre che comunista è anche un bugiardo di sana pianta.

        • Non ricordo il nome del ragazzo,ma ricordo bene che per curiosita’ in quei giorni ero andato a vedere il suo profilo facebook,ebbene avevo trovato post di avanguardia nera.

        • Ho tentato di cercare il nome dell’investitore-cliente,non ho trovato nulla.Ci provi lei poi vediamo chi è il cazzaro.

      • … Compagno, io non ce l’ho coi migranti ! Ce l’ho col governo !! … Dove avrei parlato nelle mie “ fregnacce complottiste ” di muri ??? .. E’ esattamente il contrario, il nostro governo li sta andando a prendere direttamente in Africa anche mediante “ volontari ” di paesi stranieri sotto il patrocinio delle nostre istituzioni che si sono impegnate a portarli in Italia. “Volontari” che prendono stipendi da favola per darli nelle mani della mafia, camorra, andrangheta, per un chiaro intento di destabilizzare il paese. Ce l’ho con nostro Governo che contemporaneamente toglie le pensioni agli italiani per creare ingiustizie sociali mediante il mantenimento di privilegi vergognosi e dare 35 euro al giorno, casa e lavoro ad un futuro esercito che dovrà occupare il paese quando a breve verrà definitivamente spartito. .. Le fregnacce casomai saranno le tue elucubrazioni fra comunismo e capitalismo che andavano di moda nel 19° e 20° secolo, ma che oggi sono superate dalla “globalizzazione” … Certo compagno, ti capisco, tu hai dedicato la vita a cercare di destabilizzare questo paese, non hai un cazzo da perdere, anzi hai tutto da guadagnare! Pensa, fra poco, su quanta “forza lavoro “ potrai contare e a costo zero, per occupare la proprietà altrui …. 😉

        • A beh se questo non è complottismo…peccato sia basato appunto su freganacce.Nessun governo ha interesse ad andarli a prendere,pena la prevedibile sconfitta elettorale a meno che sia un governo fatto da persone autorevoli e capaci come in questo caso mi sembra il governo tedesco (seppure lontano dalle mie idee sulle politiche economiche).L’Italia non è il Paese che accoglie piu’ richiedenti asilo piu’ che altro l’Italia è terra d’approdo per questioni geografiche.Vero che la mafia approffitta di questa situazione ma se si ragiona in questo modo ritorniamo a vivere nelle palafitte dal momento che la mafia ha le mani anche sugli appalti,la mafia ha le mani anche sulla droga…a beh certo per te in questo caso è giusto mantenere la situazione cosi’ com’è.I 35 al giorno fa pari e patta con la storia degli italiani nelle tende e gli immigrati negli hotel,dai Marco capisco essere dipendente da una certa propaganda ma ormai sono anni che si dice che i 35 € non finiscono agli immigrati ma ad italiani che almeno in questo modo hanno anche un lavoro che se fatto bene come descritto dalla Rossi è anche benemerito,su non siamo tutti buzzi e carminati.Su una cosa ti do ragione,solo con l’unione fra proletari italiani e stranieri si potra’ sovvertire questo sistema che tu a parole critichi ma alla fine non trovi niente di meglio da proporre.

          • Compagno, hai scritto una tale quantità di enormità che francamente resto basito, … ma per farti capire meglio le mie critiche all’attuale modus operandi del governo centrale e comunale, ti faccio un esempio. Prendiamo ( ripeto solo per fare un esempio ) Abdù (nome inventato) nigeriano di 20 anni a cui fanno leggere questo articolo. … In Africa il suo governo, che è sotto il controllo politico musulmano, ma ha l’economia legata a potenti interessi europei ( prevalentemente inglesi e francesi, ma non solo) … semplicemente gli spara addosso. … Qualcuno gli propone L’Italia dove troverà il “modello Parma”( che integra 2 progetti, SPRAR e CAS; ecco sarebbe proprio il caso di chiamarlo progetto dal CAS ). Tramite qualche ONG tedesca lo andranno a prendere in Libia, lo porteranno in Italia e lo faranno alloggiare a Parma, in un mini appartamento, gli faranno fare un corso di alfabetizzazione, gli daranno assistenza sanitaria, assistenza legale, assistenza psicologica se necessaria, orientamento al lavoro, formazione e supporto all’inserimento lavorativo. Dopo di che interverrà il comune di Parma che gli garantirà corsi di lingua, abbonamenti per la mobilità sugli autobus, la partecipazione a “tavoli di coordinamento”, mettendo a disposizione addirittura la struttura comunale per accedere ai fondi europei per gli investimenti. In un primo momento gli faranno fare magari pulizie, piccole manutenzioni di parchi e aree cittadine, sfalci e pulizia bordi strade, azioni di miglioramento del decoro urbano, ecc. Verrà formato sulla sicurezza, e tutti i costi dei materiali e delle coperture assicurative saranno a carico comunale e poi potrà chiamare i suoi fratelli, perché tutto questo, come dice l’Assessore Rossi, non è un’emergenza temporanea ma avrà carattere strutturale! .. Compagno !!!! … Tu cosa faresti ? … Rossi !!!! Adesso mi rivolgo a lei e le chiedo: quali sono quelle che lei chiama “politiche razziste” ? … Facevano politiche razziste anche ( lo leggo ora su internet ) quei 48 parmigiani che si sono suicidati nell’arco dell’ultimo un anno per disperazione ?????? … e ancora, lo sa o non lo sa che, secondo i dati della Boldrini, oggi sono arrivati in Italia circa 55 mila rifugiati mentre spingono già in Africa altri 800 mila ????? .. e lo sa o non lo sa che ad oggi l’Italia è l’unica frontiera aperta? .. Ben venga l’accoglienza, ma intanto non si potrebbe anche pensare a politiche alternative ??

        • Ma quello che tu hai descritto sarebbe il mondo ideale altro che criticarlo e criminalizzarlo.Scusa ma quando si dice aiutiamoli a casa loro non sono sempre soldi che togli alla comunita’ europea che potrebbe (ora mi metto nei tuoi panni) usarli appunto per i soli europei??La quantita’ di denaro che viene usata non cambia,cambia solo la percezione di sicurezza che buona parte dei mass media cavalcano (altro che complotto antietnico e altre cialtronate varie…).Gente che si uccide per cause piu’ varie ci sono sempre state cosi’ come i fallimenti,questo perchè la crisi per sovraproduzione è e sara’ sempre ciclica nel sistema liberalcapitalista.Ora si sta stabilizzando,fra qualche anno tornera’ di nuovo e credimi questo anche senza immigrati da mantenere.Mantenere finchè ne persistono le condizioni in Africa,si perchè essere favorevole all’accoglienza non esclude interventi mirati nel continente africano per eliminare le condizioni che portano tante persone ad immigrare,condizioni che hanno poco a che fare con la Boldrini o la Rossi.

  10. Rossi, c’è mai stata in quel paradiso di migranti che è viale dei Mille?

    • Si c’è pieno di parmigiani in cerca di droga.Droga che c’era e ci sara’ anche senza migranti.

  11. la rossi ha scritto che bisogna tenere anche quelli che non hanno diritto perchè, visto che non saranno rimpatriati, diventano irregolari clandestini e quini pericolosi. Quindi bisogna regolarizzare l’irregolarità secondo lei? E riempirci fino al collo di extracomunitari?

    • Ma si certo meglio l’ipocrita legge bossi fini che ha moltiplicato lavoro nero,sfruttamento e falsi contratti di lavoro pagati da extracomunitari ad italiani senza scrupoli.

  12. che coraggio!!!!! Ormai ci sono interi quartieri in mano agli extracomunitari e l’assessore parla di modello? Ma per piacere!

    • Piu’ corretto dire alcune vie “presidiate” da extracomunitari che vendono droga a italiani.

      • caro compagno tu che dai belle risposte a tutti, ti dico che voi siete uguali ai negrieri dell’america di qualche centinaio di anni fà, andate in africa e portate questa povera gente quà a farli lavorare per qualche spicciolo, bravi bravi.

  13. ottima spiegazione concreta che sbugiarda tanta disinformazione leghista.

Lascia un commento

Your email address will not be published.