La chiamata alle armi di Salvini: “Da qui al 25 giugno il mio unico impegno sarà girare l’Italia per battere Renzi e il Pd ai ballottaggi nei Comuni”

E’ da giorni che il leader nazionale della Lega Nord Matteo Salvini pubblica sulla sua pagina Facebook e sui giornali dichiarazioni di chiamata alle armi contro il Pd di Renzi ai ballottaggi (il riferimento dei post di Salvini è ai ballottaggi in tutta Italia, non specificatamente a quello di Parma. Forza Italia e Fratelli d’Italia, invece, si sono già schierati pubblicamente contro il centrosinistra di Scarpa, leggi).

Renzi è il nemico pubblico n.1, è diventato un’ossessione per Salvini

Anche oggi scrive su Facebook: “Da qui al 25 il mio unico impegno è girare l’Italia per battere Renzi e il Pd ai ballottaggi nei Comuni. Dal 26, lavorerò per unire, e per vincere anche a livello nazionale. #25giugno.”

  1. Ottimo risultato!!! Far perdere Renzi? Che stratega politico…
    Pizzarotti era il candidato di Renzi, ottime indicazioni.
    Con queste strategie politiche ridicole, ce la facciamo davvero a far rientrare Renzi alla grande, altro che far perdere Renzi…

  2. RIFONDAZIONE COMUNISTA DI PARMA: “INVITIAMO I NOSTRI ELETTORI AD ANDARE A VOTARE AL BALLOTTAGGIO MA NON DIAMO INDICAZIONI DI VOTO”

    Né con Scarpa, né con Pizzarotti, dalla parte dei lavoratori, dei diritti, dei beni comuni. Come Partito della Rifondazione Comunista ringraziamo chi ci ha voluto sostenere con il voto e prendiamo atto del risultato negativo per la nostra lista e per la coalizione a sostegno del candidato Ettore Manno nel primo turno delle elezioni amministrative.
    Il nostro partito ha lavorato a lungo nel tentativo, che rivendichiamo, di costruire un’unica lista unitaria che potesse coinvolgere singoli cittadini e forze organizzate della sinistra sociale e politica che in città si battono, da sempre, contro le politiche neoliberiste, in difesa dei lavoratori, dei diritti e dei beni comuni.
    Questo tentativo, purtroppo, non ha avuto buon esito, pertanto, nella ricerca del massimo di unità possibile, nelle condizioni date, abbiamo deciso di presentarci in alleanza con il PCI.
    Il risultato del voto non ci premia ma non ci scoraggia. Continueremo, come abbiamo fatto in questi anni, a fare politica fuori dalle istituzioni, tra la gente, casa per casa, strada per strada. Continueremo a svolgere un ruolo attivo, con spirito unitario, nei movimenti e nelle lotte sul territorio.
    Cercheremo di analizzare gli errori commessi per continuare la ricerca della strada più efficace per rafforzare il nostro radicamento e per fare del nostro partito uno strumento utile nelle mani delle classi popolari che chiedono alla politica anzitutto soluzioni concrete ai loro bisogni, rilanciando le proposte contenute nel nostro programma elettorale, ricercando dialogo, confronto e unità d’azione con tutte quelle realtà che in città si muovono nella stessa nostra direzione e mettendo in atto pratiche di solidarietà, mutualismo e autorganizzazione popolare.
    In tutta questa campagna elettorale e in questi anni, abbiamo rivendicato la nostra opposizione alle destre e la nostra alternatività rispetto al progetto del centro-sinistra e alla proposta politica della giunta Pizzarotti. Dal momento che nessuno dei due candidati in competizione al ballottaggio, pur con caratteristiche diverse, ha espresso una chiara discontinuità rispetto agli interessi economici di grandi gruppi privati che da sempre allungano le mani sulla città (come testimoniano anche le recenti dichiarazioni di entrambi in sostegno al completamento della Ti-Bre), invitiamo i cittadini a recarsi comunque alle urne ma non daremo alcuna indicazione di voto per nessuno dei due candidati a sindaco.

    La Federazione di Parma di Rifondazione Comunista

  3. Vincerà il voto contro uno dei due.

    Questo è quanto resta della Parma di tradizione democratica e progressista !

    Bel salto di qualità ( nel buio ) rispetto al passato.

  4. Bene Salvini che si batte contro il PD , deve riflettere pero’, la destra con traino lega non sfonda.

  5. Vincera’ Pizzarotti , con Scarpa troviamo di tutto , un ammucchiata solo per fare numero , che vergogna.

  6. Il livore in politica non paga, cari m5s d’accatto, fatevene una ragione

  7. Scarpa può vincere perchè Parma ha voglia di un’amministrazione partecipativa e competente.

  8. M5S PARMA: ANDATE A VOTARE AL BALLOTTAGGIO!

    Il MoVimento 5 Stelle di Parma, coerentemente ai principi generali che ispirano la propria azione politica, non esprime alcuna indicazione di voto per il ballottaggio del prossimo 25 giugno.
    Allo stesso tempo, non ci si può esimere dal ricordare che il diritto di voto, faticosamente guadagnato al prezzo di lotte e di sacrifici, sia un dovere civico fondamentale, soprattutto e ancora di più nella comunità territoriale d’appartenenza quale il proprio Comune di residenza. Data l’attuale gestione della città, la pessima situazione urbana e lo stato di abbandono di interi quartieri, auspichiamo che almeno una delle forze rimaste in campo abbracci i temi che ci stanno più a cuore per la città di Parma quali la lotta al degrado e la tutela dei più deboli.

    • Scusate, ma se il vostro leader Ghirarduzzi nell’intervista del Fatto Quotidiano ha candidamente detto che in caso di ballottaggio lui sarebbe andato al mare, come fate ora a dire di andare a votare? E poi non esprimete indicazione di voto ma riportate le stesse esagerazioni del Pd (tali e quali)
      “Data l’attuale gestione della città, la pessima situazione urbana e lo stato di abbandono di interi quartieri”? Nonostante la magra figura elettorale continuate ancora a tentare di togliere voti a Pizzarotti? A favore del PD+Ghiretti, poi? Siete veramente delle persone molto piccole. Per fortuna i parmigiani hanno capito che razza di persone siete e vi hanno giustamente defenestrato dallo scacchiere politico della città. Nessuna autocritica, nessun mea culpa, si vede che Bugani non vi ha ancora detto come comportarvi.

  9. Vincerà Pizzarotti con un margine ancora più ampio di quello che ha preso con Bernazzoli

Lascia un commento

Your email address will not be published.