Ranalli (SinistraParma): “A Parma la coalizione di centrosinistra non esiste più. Con Scarpa ci sono gli assessori di Vignali. Gli neghiamo ogni appoggio”

Pubblichiamo la nota stampa di Renato Ranalli, rappresentante della componente di Sinistra Italiana (oggi SinistraParma) al tavolo delle primarie del 2017.

Il percorso delle primarie che hanno portato alla definizione di Paolo Scarpa quale candidato sindaco per la Coalizione di Centrosinistra è sicuramente qualcosa di curioso ed anomalo allo stesso tempo.

Situazione ancora più curiosa ed anomala se si guarda che cosa sta succedendo in questi giorni. Il gruppo di Parma di Sinistra Italiana (adesso #SinistraParma) aveva deciso di entrare nella Coalizione di Centrosinistra sulla base delle rassicurazioni ricevute, tra gli altri, dal segretario cittadino del PD delegato dai circoli ad organizzare le primarie del centrosinistra.

Fin dal primo giorno i rappresentanti di Paolo Scarpa e di Parma Unita nel Comitato Organizzatore delle Primarie, di cui io facevo parte in rappresentanza di SI, hanno cercato con ogni mezzo possibile di cambiare il nome delle consultazioni da Primarie del Centrosinistra in Primarie per Parma, mostrando una manifesta forma allergica nei confronti della parola Sinistra.

Si deve soprattutto alla ferma opposizione di Franco Torreggiani, rappresentante di Dario Costi, se si è giunti al compromesso di chiamarle Primarie per Parma per la scelta del candidato sindaco del Centrosinistra (sic!).

Al momento attuale il così detto candidato del centrosinistra è appoggiato e ha in squadra degni rappresentanti della giunta Vignali di centrodestra (leggi) che tanto bene hanno fatto per la nostra città.

Possiamo quindi affermare senza tema di smentita che la Coalizione di Centrosinistra non esiste più (se mai è esistita), sostituita da qualcosa di completamente diverso che svolta decisamente verso destra.

Per tutto quanto sopra #SinistraParma ufficializza la propria uscita dalla Coalizione negando ogni appoggio elettorale a Paolo Scarpa.

Non da meno, i rappresentanti di #SinistraParma confidano, per i motivi di cui sopra, che Paolo Scarpa (e le liste a lui collegate) non venga indicato come candidato sindaco del Centrosinistra. Con questo i rappresentanti di #SinistraParma non vogliono esprimere giudizi sulle persone coinvolte in questa triste storia, bensì esprimono un puro giudizio di merito politico.

Roberto Ranalli, #SinistraParma

  1. No a Pizzarotti , No al PD , che sono la stessa cosa , NO agli estremisti leghisti , meditate gente , meditate

  2. ma Ranalli non è lo stesso che ha appoggiato, lancia in resta, Dario Costi (sonoramente sconfitto/umiliato alle primarie), cioè notariamente renziano e quindi, tutto, ma non di sinistra? Allora perchè, a suo tempo, ha concesso l’appoggio (anche se direi inutile, visto il risultato) a Costi? il centrosinistra/sinistra si avvia, gioiosamente, verso l’ennesima e sacrosanta sconfitta ducale. Grazie di esistere, ragazzi!! 😀

  3. Ranalli ha ragione ormai Scarpa è fuori luogo con questi personaggi ex-Vignaliani. Pizza vi metterà KO!

  4. Per fortuna con le elezioni di Giugno, Sinistra Parma verrà definitivamente spazzata via…un mesetto e poi passa tutto

  5. a parte che se va bene sono in 5, Ranalli compreso

    mi fa schiantare dalle risate delle persone che si autodefiniscono “di sinistra” alle primarie abbiano sostenuto un candidato RENZIANO

  6. Bravo Ranalli !

    Meglio votare Casa Pound come al Referendum Istituzionale !
    Tutti assieme appasionatamente.

    Genialate da campionato mondiale.

  7. Tutti possono sbagliare, basta riconoscere di averlo fatto e chiedere scusa agli elettori. Gli assessori della Giunta Vignali hanno votato delibere indecenti che stavano per mandare in default il Comune di Parma. Gli assessori che adesso sono passati con il centrosinistra devono chiedere scusa ai parmigiani e poi per me chi si pente in modo sincero può anche cambiare campo.

  8. Caro Ranalli, meglio vincere anche con quelli di Vignali che perdere senza allearsi con gli assessori di Vignali. Basta sconfitte. A me di essere centrosinistra o centrodestra non interessa nulla.

    • Con questo cinismo, realista, il centrosinistra non vincerà mai più le elezioni a Parma.

  9. Da elettore del Pd sono allibito della trasformazione del centrosinistra nel vecchio centrodestra che ha distrutto Parma e che abbiamo contrastato per anni. Qualcuno mi dia una spiegazione di quello che sta succedendo.

  10. Questo signore ha la memoria corta ; quando sinistra italiana ha sottoscritto l’intesa per la formazione di una coalizione di centro sinistra, nell’accordo c’era già la lista dell’ex assessore Ghiretti, ed allora gli andava bene ! Ora per nascondere che i suoi vertici romani guardano a Pizzarotti, cerca la scusa degli ex assessori che sostengono il candidato DEL CENTRO-SINISTRA !

Lascia un commento

Your email address will not be published.