Laguardia in lista con Scarpa. Dall’Olio non si ricandida per il Consiglio comunale. Il capolista del Pd sarà Lorenzo Lavagetto

C’è una grossa novità nella lista del Pd: il capogruppo uscente del Pd Nicola Dall’Olio non si ricandiderà.

Dopo il passo indietro a favore di Scarpa alle primarie, Dall’Olio rinuncia anche al consiglio comunale. I rumors accreditano un accordo che lo vorrebbe direttamente vicesindaco nel caso di vittoria elettorale di Scarpa.

Dopo la mancata disponibilità di Dario Costi a fare il capolista e a candidarsi, il primo della lista del Pd sarà Lorenzo Lavagetto, segretario cittadino del partito. Nella lista del Pd ci saranno anche Caterina Bonetti, Beppe Negri, Gentian Alimadhi, Luca Pezzani, Pierpaolo Scarpino.

Scarpa ha annunciato che nella sua lista ci sarà anche Gerardo Laguardia, l’ex capo della Procura di Parma che ha condotto le inchieste contro l’amministrazione Vignali. Con Scarpa ci sarà anche la Roberta Roberti.

Scrive Scarpa su Facebook: “Che mattinata straordinaria! Ho appena presentato, all’interno della nostra lista Parma protagonista, la candidatura dell’ex-procuratore Gerardo Laguardia. Un attore centrale nell’opera di pulizia morale avviata in risposta alla stagione degli scandali edilizi del 1975 e proseguita fino ai giorni nostri. L’ho fatto assieme agli amici e compagni di viaggio del PD, di Parma Unita e della civica Parma protagonista. Persone di grande valore come Lorenzo Lavagetto, Fabrizio Pezzuto, Roberta Roberti e tanti altri ancora, che hanno espresso parole ricche di senso e responsabilità. Grazie di cuore a tutte, a tutti.”

  1. Gradirei sapere come mai la rivista Alice non lo sa, pubblica sole le interveste dei candidati a consigliere comunale del PD e loro liste affiliate e non di altri candidati.
    Dov’e’ il rispetto della par condicion? della democrazia, espressione di pari oppurtunita’ di pensiero?

  2. DALL’OLIO AL POSTO DI ROMANINI…. voci fondate danno Dall’Olio candidato al posto di Romanini alla prossime elezioni politiche. Questa è la sola spiegazione al suo passo indietro dalla lista delle Comunali. Dall’Olio in lista alle Comunali (e il PD lo sa), è impresentabile. A Romanini invece andrebbe una poltrona di un Ente importante.

  3. Penso che il figlio di un grande Sindaco quale è stato Stefano Lavagetto, sarà un buon amministratore !

    • ma va la’…ma dove vivi? Suo padre aveva ingessato la citta’, facendo il nulla….

    • ah sì? forse per diritto dinastico??? dai ragazzi, cercate di non superare (di troppo) il limite del ridicolo!!!

  4. Dall’Olio non può fare il vicesindaco con degli accordi nascosti con gli altri della coalizione e con i cittadini di Parma. Se un capogruppo uscente non si candida deve rimanere fuori dal Comune.

    • Grande Gazzetta!!!!!!! un annuncio in prima pagina per l’ingresso di Laguardia in lista con Scarpa, all’interno del giornale con piccoli caratteri l’annuncio della rinuncia di Dall’Olio ad entrare in lista, e poi dicono della Turchia.

  5. E meno male che Costi gli ha dato il suo supporto a Scarpa. Neanche in lista come consigliere si vuole mettere 😀
    Quindi Dall’Olio si leva dai piedi per sempre? Esce di scena così, senza colpo ferire? Dopo aver rinunciato alla sua lista a favore di Ghiretti e Scarpa non pensavo si sarebbe lasciato estromettere così facilmente.

  6. la vittoria di Scarpa darebbe ingovernabilita’ , il giorno dopo la vittoria ci sarebbero liti continue , troppe correnti con pensieri diversi. No a Scarpa

  7. incredibile, ne azzeccano una. Dall’Olio può rimanere all’interno del partito ma fuori da qualsiasi carica comunale

  8. LEGGENDO ALCUNI POST TIRO LE SOMMA;ABBIAMO UN PD IRICONOSCIBILE, COS’È UNA MALEDIZIONE PER PARMA.SI STANNO ACCOGLIENDO PERSONAGGI CHE ANNO ROVINATO PARMA NELLE LORO ESPERIENZE PASSATE.

  9. Ormai questi fanno solo tattica per prendersi delle poltrone e delle indennità. Basta con questa gente, basta

Lascia un commento

Your email address will not be published.