reggiani

Mirko Reggiani (Sinistra Italiana): “Dario Costi è una di quelle persone che ti piacciono subito a pelle non appena le conosci”

Mirko Reggiani, esponente prima di Sinistra e Libertà e oggi di Sinistra Italiana, ha inviato una nota sulla candidatura di Dario Costi alle primarie che pubblichiamo di seguito:

“Dario Costi è una di quelle persone che ti piacciono subito “a pelle” non appena le conosci. Conoscerlo è come entrare in un negozio ed addocchiare al volo quel paio di scarpe che alla fine si acquisterà anche dopo aver provato per scrupolo le successive cinque o sei paia. Capisci subito che volevi proprio quelle.

Mi rendo conto che la metafora della “scarpa” può sembrare un po’ irriverente, ma per queste primarie diciamo che è azzeccata…

Pur restando saldamente entro i confini del centro-sinistra, il background politico di Costi non coincide con il mio. Ma questo sinceramente non mi interessa molto. A me interessa capire la persona che si propone di essere Sindaco di Parma: una persona che coniuga valide competenze tecniche con una notevole capacità di ascolto e soprattutto con la voglia di (ri)costruire una città in armonia con il suo tessuto sociale.

Dario Costi non ha bisogno di fare il Sindaco per realizzarsi come persona. E’ un docente universitario ed architetto affermato. Si è candidato per passione ed è proprio la passione il primo sentimento che trasmette a chi lo incontra. Dopo tanti anni, all’interno del centro-sinistra emerge una figura che davvero può appassionare la gente. Non voti Costi perchè qualcuno ti dice di farlo. Lo voti perchè lo hai visto, lo hai conosciuto e ti è piaciuto.

Io ho incontrato Dario in occasione di un passaggio politico informale e mi ha colpito il fatto che non ci abbia chiesto di “portargli voti”, ma di portargli persone da incontrare, per farsi conoscere, per ascoltare. Non abbiamo parlato di contenuti politici astratti, ma piuttosto di come costruire un programma sulla base delle esigenze reali delle persone. Io sono convinto che Il centro-sinistra debba smettere di muoversi per titoli e slogan e debba semplicemente ascoltare e tradurre i bisogni delle persone in progetti che li risolvano in modo pratico, mantenendo ferma una prospettiva sociale volta a promuovere e incentivare la collaborazione, lo stare insieme, la partecipazione, le buone pratiche a favore della collettività. Io penso che lavorando con questo approccio, si possa realizzare un programma progressista senza tanti proclami, ma con tanto buonsenso e praticità.

Dario Costi è un architetto, un urbanista che conosce le dinamiche sociali delle città. Temi caldi come sicurezza e immigrazione, possono e devono essere affrontati riprogettando o anche solo ripensando gli spazi della città. Tuttavia anche il rilancio delle questioni “più care” a sinistra come welfare, ambiente, lavoro, giovani, scuola e cultura passano non solo dal bilancio dell’ente ma anche dalle scelte sugli spazi della città e dal coinvolgimento effettivo dei tanti soggetti che la animano. E’ sufficiente fare le cose con senso pratico, guardando ai reali bisogni e non alle parole d’ordine.

Costi come urbanista ha certamente una sua esperienza e delle sue idee per la città. Ma ha comunque deciso di iniziare il suo percorso ascoltando la gente, le associazioni, i portatori di interesse, ascoltando la Comunità. Ecco perché mi è subito piaciuto a pelle.

Siamo tutti consapevoli che dopo le primarie ci sarà da confrontarsi per dare forma agli accordi politici e soprattutto definire il programma assumendo impegni realistici e tenendo anche conto della varie sensibilità di chi comporrà la coalizione. Verrà anche il momento del lavoro politico, ma adesso è il momento dell’ascolto.”

  1. Costi sarà sicuramente una brava persona, per carità, nessuno lo mette in dubbio. Ma che sia proprio simpatico a pelle, almeno per quanto mi riguarda, direi di no. Ma a prescindere da questo, trovo abbastanza ridicola sia la sviolinata da cicciolino amoroso di Reggiani, sia il fatto che questo blog (che ok, è notoriamente e palesemente pro Costi per la legge transitiva essendo da sempre pro Pagliari, dominus del Costi stesso) gli dedichi addirittura l’apertura, come se fosse chissà quale notizia.

  2. Sarà fondamentale che dopo le primarie il fronte rimanga unito per vincere le elezioni. Per rispondere an un commento precedente, le competenze di Gentian saranno importantissime in caso di vittoria di Costi. Le loro esperienze insieme potranno finalmente dare un volto nuovo alla nostra città

  3. Costi ha sicuramente alte probabilità di vincere le primarie, ma scarse, se non scarsissime di battere Pizzarotti, non c’è proprio gara (e io non ho votato e non voterò Pizzarotti, ma credo che tra i due ci sia un abisso, sotto vari punti di vista)

  4. Dario e Mirko sono una bella coppia. Speriamo possano collaborare insieme nell’interesse della città. Avantiiiiiiiiiiii

  5. Ringrazio Mirko per le belle parole che mi ha dedicato. Le contraccambio non per cortesia ma con profonda sincerità. Quando storie diverse si confrontano e si incontrano può nascere una storia ancora più bella e ricca di quelle originarie. E’ questa la nostra sfida, Mirko! Grazie.

  6. Come ho già ribadito in altri post, Costi sarà anche una brava persona e un bravo architetto, ma non gli vedo molte altre qualità. Al limite potrebbe essere un fantastico assessore alla mobilità.
    E poi mi spiegate cosa si intende che per combattere immigrazione e criminalità basti ripensare o riprogettare gli spazi della città? Le zone calde in centro e oltretorrente sono zone tutt’altro che facili da riprogettare per motivi logistici e a causa di evidenti vincoli delle belle arti.

  7. Attenzione l’obiettivo vero non è vincere le primarie ma mandare a casa Pizzarotti che sta facendo di tutto, bisogna ammettere con grande furbizia mediatica, per rimanere sulla poltrona, e ci può riuscire se il centro sinistra si divide ed al ballottaggio il centro destra ripete l’errore del 2012 di fare le scarpe al candidato del centro sinistra, per poi avere l’ex grillino, il quale, usando il cavallo di Troia che è rimasto dentro il movimento, sta cercando di non far presentare lista al Movimento 5Stelle.

  8. Costi le primarie le ha già vinte. Rimane da decidere chi arriva secondo tra Scarpa e Alimadhi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.