Ranalli (Sinistra Italiana): “Proporrò al Comitato organizzatore delle primarie di discutere l’espulsione di Dall’Olio per i suoi attacchi a chi partecipa alle primarie”

Gli attacchi personali di Nicola Dall’Olio contro Dario Costi (leggi) che hanno rotto il clima di lealtà tra i candidati alle primarie hanno suscitato numerosi commenti su Facebook e sui siti.

Sono arrivate reazioni severe contro Dall’Olio, accusato non più solo di non aver fatto opposizione a Pizzarotti in questi anni ma adesso anche di fargli campagna elettorale a favore gettando discredito sulle primarie e sul centrosinistra. Impedire il distruttivo “fuoco amico” e “il gioco al massacro” del tutti contro tutti tipici del Pd cittadino è considerato dagli elettori democratici indispensabile per mantenere unito il partito e poi vincere le elezioni.

In particolare sono stati molto duri alcuni esponenti di Sinistra Italiana.

Mirko Reggiani ha definito Dall’Olio “inguardabile e triste“.

L’esponente di SI Fabrizio ha posto il problema in modo più netto: “Il PD dovrebbe dibattere l’espulsione di Dall’Olio dal partito, lui giustamente si difenderà… vada come vada ma un dibattito lo devono aprire!“.

Roberto Ranalli, membro del Coordinamento delle primarie, gli ha risposto: “Lo proporrò alla prossima riunione del Comitato organizzatore delle primarie di cui faccio parte”.

Va precisato che fino ad ora le polemiche interne di Dall’Olio sono state un caso isolato; nessuno dei tre candidati in campo (Costi, Scarpa e Alimadhi) si sta comportando nello stesso modo.

si_primarie

  1. Ma che roba è? Un signor nessuno di un movimento di nessun tesserato con nessuna sede che doveva presentare un proprio candidato alle primarie che poi si è rivelato essere un nessun candidato sostenuto da nessuna firma proporrebbe al comitato organizzatore delle stesse di espellere un signore che gode di ampio seguito nel PD e che con poca fatica ha raccolto 1000 firme.
    Qual’è la colpa? Avere mosso rilievi a un suo avversario.
    Proponi allora, che lo espellono subito, già è un coro di “reazioni severe”, se poi non lo vuole Sinistra Italiana allora il suo destino è segnato.
    Ma fate il piacere …

  2. Nella polemica politica può capitare di esagerare o sbagliare toni e sfumature e di meritarsi un richiamo. Bisogna, però, capire tutti, anche chi esagera nella misura del richiamo, che la battaglia principe contro questo sindaco, sarà molto dura da vincere e che è questo l’obiettivo UNICO del centro-sinistra e non le lotte interne di potere che si fanno al congresso del partito. Altrimenti si perde ancora !
    Dall’Olio ha fatto una scelta politica intelligente e generosa, compattando le sue forze con quelle di Scarpa, anche in vista del quasi certo ballottaggio, bisognerebbe ora che cercasse di stringersi la mano con Costi, chiarendo, con toni diversi, le sue opinioni di valenza politica e non personali.

  3. Lasciatelo perdere Dall’Olio….ormai è fuori dai giochi. Piuttosto chiediamo come mai Lavagetto ha svenduto il Pd cittadino a Ghiretti?
    Ciao!

  4. Ma Scarpa è ancora in gara? No, perché oltre sul Fb. nessuno altro l’ha visto in giro.

  5. Perchè voi (per fortuna) non avete ancora avuto la posibilità di vedere Scarpa o Costi al potere… o comunque agire anche non solo nel mondo professionale, ma anche sociale… Ricevimenti in villa, campi da golf, maglioncini in cachemere, cena da Bottura, ecc ecc… Il resto… salterà fuori… a suo tempo e ce ne accorgeremo sicuramente se uno dei 2 dovesse diventare sindaco…

    • Esiste il Pd cittadino, soltanto che adesso il segretario è Ghiretti e PAarma Unità.

  6. Se un partito si libera di elementi negativi ne guadagna molto in credibilità esterna e serenità interna.

  7. dall’olio è un elemento che ha prodotto danni politici incalcolabili al Pd. E’ sempre negativo e rancoroso. Speriamo di liberarcene tutti molto presto e che quet’uomo possa tornare a lavorare.

Lascia un commento

Your email address will not be published.