Il Comandante della Polizia Municipale Noè è il mio nuovo supereroe!

Bisogna riconoscerlo: il Comandante della Polizia Municipale Noè è un idolo!

La sfrontatezza con cui respinge le accuse contro di lui non può che suscitare l’ammirazione di tutti i parmigiani!

Lunedì è stato pubblicato un audio inequivocabile in cui per ben quattro volte dei vigili della Polizia Municipale di Parma dichiarano di indagare e identificare delle persone per violazione della privacy (ndr: pubblicazione di visure camerali) per conto della Procura di Parma (leggi). Convocato su quella vicenda in Commissione consiliare, Noè li smentì e dichiarò che in realtà la Polizia Municipale non aveva alcuna delega della Procura. Nonostante ciò, l’altro ieri Noè ha avuto l’ardire di mettere nero su bianco sui giornali che “la procedura seguita è stata del tutto regolare” (leggi), alla faccia delle evidenze documentali, dell’interpellanza parlamentare, della denuncia penale già depositata e delle imminenti cause civili. Chapeau!

Se aggiungiamo che Noè dichiara queste cose non nella veste di comune cittadino, ma di pubblico ufficiale, addirittura di Capo di un corpo di polizia locale, la mia stima per lui cresce ancora di più. Se, infine, consideriamo il coraggio che i suoi uomini dimostrano sfidando l’arresto e la Procura, infischiandonese dei perditempo delle deleghe e delle scartoffie per presentarsi a casa dei cittadini a nome dell’autorità inquirente… beh, questo sprezzo del pericolo infuso nelle sue pattuglie fa di Noè il mio nuovo supereroe.

E i supereroi sono sempre dalla parte della giustizia e della verità. Quindi da ieri io credo ciecamente a tutto ciò che rivela Noè. Se lui dice che non sapeva nulla degli affidamenti per la stampa dei verbali della Polizia Municipale di Parma alla ditta per la quale lavora sua moglie, io gli credo (leggi). Sì, è vero, ce ne sono migliaia e migliaia di stamperie in Italia e tante anche nella nostra città, e per i blocchetti dei vigili di Parma ha vinto quella per la moglie del Comandante fa l’agente… qualcuno potrebbe storcere il naso, lo so… ma è solo una casualità. Se lui dichiara che non sapeva nulla di questi incarichi, io ci credo. Chi mette in dubbio la sua parola è solo un sabotatore, un disfattista, un diffamatore, un miscredente.

La rivoluzione non è ancora compiuta: adesso Noè deve dare l’assalto alla Caserma di via Torelli della Guardia di Finanza!

Con il suo operato Gaetano Noè ha portando la Polizia Municipale di Parma a dei livelli di prestigio mai raggiunti in passato al punto che ormai attribuisce più potere la divisa dei vigili della toga dei magistrati. Noè ha spianato la strada a una nuova era della Polizia Municipale che si è finalmente e definitivamente riscattata e oggi non si abbassa più a fare delle multe per divieto di sosta, ma ha avocato a sé l’autorità di sostituirsi e dare di tacco alla Procura di Parma. Altro che subalternità alle toghe che per decenni abbiano visto in questo Paese!

Noè ha invertito il potere costituito, imponendo a Parma nuove regole e gerarchie. “Credo fermamente che la rivoluzione sia la fonte del diritto” scriveva Fidel Castro.

In una rivoluzione, se è vera, si vince o si muore. Come Fidel al Moncada, adesso Noè deve dare l’assalto alla Caserma di via Torelli della Guardia di Finanza! I vigili urbani devono poter suonare i campanelli delle imprese di Parma a nome della Guardia di Finanza, agire per contro Fiamme Gialle, un corpo militare indegno di stare al loro livello.

Solo così, con la presa di via Torelli, l’azione rivoluzionaria di Noè sarà compiuta.

Hasta la victoria siempre, Comandante Noè!

Andrea Marsiletti


SPECIALE INDAGINE POLIZIA MUNICIPALE DI PARMA

Movimento dei Nuovi Consumatori: “La Polizia Municipale non è la Procura… perchè manda delle specie di avvisi di garanzia… senza firme, senza timbri, ecc ecc?”

Il Comune di Parma: “Le attività poste in essere dalla Polizia Municipale si sono svolte nel pieno rispetto della legge”

Pagliari: “Senza impulso della Procura l’informazione della Polizia Municipale al MNC è di una gravità inaudita”

Andrea Marsiletti: “Ecco l’informativa del mio status di indagato… non dalla Procura ma dalla Polizia Municipale di Parma”

Massimo Rutigliano: “Il sindaco e Noè chiariscano subito quelle notifiche della Polizia Municipale”

Senza mandato della Procura, la Polizia Municipale di Parma impone la nomina di avvocati alle persone che indaga per violazione della privacy. E’ un abuso?

Andrea Marsiletti: “Lunedì c’è un’altra conferenza stampa del MNC. Chiedo alla Polizia Municipale di Parma l’autorizzazione a potervi partecipare”